Pompei, una città alle pendici del Vesuvio

Pompei, una città alle pendici del Vesuvio

Il Vesuvio è un vulcano alto 1281 metri con un cratere largo circa 600 metri e profondo m 330. Il vulcano, caratterizzato da manifestazioni di tipo esplosivo ed effusivo, inizia ogni nuovo ciclo di attività con un’esplosione.

La colonna eruttiva che si produsse nel 79 d.C. fu alta fino a trenta chilometri e si diffuse ad una distanza di Km settanta. La massa dei prodotti eruttati fu di tre chilometri cubici. L’altezza ed il tipo di seppellimento delle città antiche variò a secondo della distanza dal cratere: i centri più lontani ricevettero materiali di caduta (o “per pioggia”), mentre i centri più vicini subirono i materiali di deflusso. Così Pompei, distante dal cratere circa dodici chilometri, fu sepolta sotto circa cinque metri di ceneri, pomici e lapilli, mentre Ercolano, distante sette chilometri, fu sepolta sotto venti metri di “tufo”.

L’attività meglio documentata è quella di epoca storica, iniziata nel 79 d.C. e conclusasi nel 1944. Altre eruzioni ci sono state negli anni 203, 472, 512, 685, 787, 1139 etc.; mentre dal 1631 al 1944 si sono registrati almeno 19 eruzioni importanti, con una media di una ogni 16 anni.

Condividi anche tu..